Fave fritte

Le fave fritte sono uno snack pugliese irresistibile. E’ una ricetta molto antica, erano la merenda dei contadini che le mangiavano nelle pause dal lavoro nei campi. Si trovano nelle feste patronali, bar, agriturismo, osterie tipiche, ecc.

La ricetta è molto semplice però bisogna eseguire tutti i passaggi benissimo per ottenere delle fave dorate, croccanti e gustose.

Perfette se accompagnate da una buona birra fredda o da uno Spritz, io ne vado matta! Potete semplicemente salarle o aromatizzarle con il peperoncino o la paprika dolce. 

Inutile dirvelo che una tira l’altra.

Ingredienti

500 g di fave secche decorticate

olio di semi di arachide per friggere

sale q.b.

peperoncino o paprika q.b.

Preparazione

Per prima cosa mettete a bagno le fave per almeno 24 ore, cambiando di tanto in tanto l’acqua.

Trascorso il tempo scolate bene le fave e tamponatele con della carta assorbente. Mettetele poi su un canovaccio pulito distanziate e fatele asciugare benissimo (non devono essere umide).

Una volta asciugate potete friggere le fave in abbondante olio di arachide o se preferite in olio extravergine di oliva (avranno un sapore più forte), mi raccomando mettetene un pugno per volta e friggetele sino a doratura, ci vorrà più di un minuto.

Togliete le fave dall’olio aiutandovi con una schiumarola e mettetele su della carta assorbente.

Trasferitele ancora calda in una ciotola e salate, se preferite aggiungete anche della paprika o del peperoncino. Fatele raffreddare benissimo e conservatele in un barattolo di vetro.

Note

Se volete farle al forno dovete dopo l’ammollo cucinarle lessandole in acqua non salata per 40 minuti poi dovete scolarle bene, condirle con olio, sale e peperoncino e infornarle in forno ventilato a 200° C per circa 20/30 minuti.  

Vota la ricetta
recipe image
Nome ricetta
Fave fritte
Autore
Pubblicata il
Votazione
3.51star1star1star1stargray Based on 3 Review(s)

Ricette in evidenza

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.