Lievito Madre

lievito_madre

Salve care lettrici e lettori, oggi vi parlerò del Lievito madre questo sarà la base di alcune delle mie ricette, ma non preoccupatevi perché darò sempre l’equivalente di lievito di birra. Sono ormai tre anni che utilizzo il lievito madre e dà allora non posso più farne a meno per la realizzazione di pane, pizze e focacce. Il tempo di lievitazione è più lungo ma vi assicuro che il risultato è eccellente.

Il lievito madre o lievito naturale non è altro che un impasto tra farina e acqua che lasciato riposare per circa 48 ore dà luogo ad una fermentazione in cui si sviluppano batteri e fermenti lattici che producendo anidrite carbonica danno luogo alla lievitazione. Per accelerare la fermentazione si possono aggiungere all’impasto anche altri ingredienti come miele, yogurt, crusca, mela… .

All’ inizio ci vorrà un po’ di pazienza per far si’ che il lievito si attivi, all’ incirca va via 1 mese ma non scoraggiatevi perché dopo avrete dei risultati più che soddisfacenti.

Preparazione del lievito madre

Come prima cosa impastate 200 g di farina con 100 g di acqua, formate una palla e ponetela in un contenitore coperta da un panno umido per 48 ore o un po’ di più, cioè sino a quando non vedrete la pasta lievitare.

Dopo si procederà con i rinfreschi, questi saranno fondamentali perchè i batteri e i fermenti lattici rimmaranno sempre in vita. Dunque eliminiate circa la metà del  lievito formatosi, poi pesatelo e aggiungete farina in quantità pari al peso del lievito  e  acqua in quantità pari a circa metà  del peso del lievito, questi rinfreschi verranno fatti giornalmente per circa 10 giorni e ricordatevi prima di ogni rinfresco di eliminare metà lievito se nò vi ritroverete con una quantità enorme di lievito.

Ora il lievito sarà pronto per l’utilizzo di pane, pizze e focacce. È vi assicuro che otterrete un sapore più intenso e una maggior digeribilità.

Conservazione

Il lievito madre và conservato in frigorifero in un contenitore e rinfrescato ogni due, tre giorni, al massimo una settimana se non si ha la possibilità di fare spesso il pane. Il lievito più viene rinfrescato meglio è.

Quando si decide di utilizzarlo uscirlo dal frigo procedere con il rinfresco e utilizzarlo il giorno dopo come se fosse lievito di birra.

 

Tuo voto:
Nome ricetta
Lievito Madre
Pubblicata il
4.5 Basato su 11 Voto(i)
Share on Google+0Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest1

Ricette Correlate:

Focaccia pugliese con lievito madre
Ciabattine con olive
Rotolo alla pizzaiola
Pan di zucca, spinaci e barbabietola

Ricette popolari:

Commenti

    • Ciao Nunzia, utilizza la farina 00 di buona qualità, inoltre quando fai i rinfreschi è molto importante utilizzare sempre farina 00, in questo modo non si altererà l’equilibro della flora che si è venuta a creare.

      GD Star Rating
      loading...

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *