Pane di Hokkaido

Ciao a tutti e ben ritrovati! Il pane di Hokkaido al latte noto anche come Pane Dolce Asiatico è un pane popolarissimo in tutte le panetterie asiatiche. Un lievitato dalla consistenza molto soffice e profumato. La sua morbidezza è dovuta al metodo giapponese Tang zhong ossia vengono miscelati insieme farina e acqua e fatti cuocere sino a formare un roux, una specie di besciamella densa. Si ottiene così un pane molto morbido e leggero, una nuvola! Era da tanto che volevo provarlo, mi incuriosiva molto il metodo. Per la ricetta ho eseguito quella di Sara Papa con il lievito madre, ma se non lo avete potete procedere con il lievito di birra. Ottimo spalmato con la marmellata o nutella ma anche con il salato, anzi devo ammettere che lo preferisco! Trovo che sia  perfetto da portare in tavola a Pasqua per accompagnare salumi, formaggi e mousse. Provatelo! Buon inizio settimana.

Ricetta tratta dal libro “ Il pane della vita” di Sara Papa (tra parentesi le mie varianti)

Ingredienti

700 g di farina tipo 1 (io tipo 0)

250 ml di latte intero

120 g di uova (2 uova)

250 g di lievito madre o 13 g di lievito di birra (io 220 g di lievito madre)

3 g di lievito di birra (facoltativo, io 2 g)

120 g di zucchero

10 g di sale

60 g di burro a temperatura ambiente

per il tang zhong (water roux)

50 g di farina tipo 1 (io tipo 0)

200 ml di acqua

per lucidare

1 tuorlo

1 cucchiaio di latte

Preparazione

Per il tang zhong, scaldate l’acqua in un pentolino fino ad una temperatura di 60-65°, versate la farina e mescolate con una frusta per 2-3 min su fiamma medio bassa. Fate raffreddare.

Per l’impasto, lavorate con l’aiuto di una planetaria la farina con il tang zhong, il lievito madre e il lievito di birra, il latte e lo zucchero. Unite le uova e lavorate la massa finchè non assume un aspetto omogeneo. Aggiungete il sale e incorporate gradatamente il burro. Impastate sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Mettete l’impasto in un contenitore unto a lievitare, coperto con della pellicola per alimenti, fino al raddoppio de volume. (meglio tutta la notte in frigorifero). Al mattino tirate la ciotola dal frigo e tenetela a temperatura ambiente per circa 1 ora. Sgonfiate l’impasto sulla spianatoia e dividetelo in tre pezzature da 350 g ciascuna e il rimanete impasto dividetelo in quattro parti uguali.  Formate delle palline con ciascuna pezzatura. Stendete ogni pallina con un piccolo mattarello e fate una piega a tre nel senso della lunghezza (vedi foto). In ultimo, arrotolate la striscia su se stessa con morbidezza. Sistemate le tre pezzature da 350 g in uno stampo da plum cake da 25x10x7 ricoperto con della carta da forno o imburrato e infarinato bene e le rimanenti 4 pezzature in una teglia ricoperta con della carta da forno, ben distanziate fra loro. Fate lievitare sino al raddoppio in un luogo asciutto fuori da correnti, meglio in forno spento. Spennellate la superficie con il tuorlo stemperato nel latte e cuocete a 170° per circa 30 min i panini e 50 min il plum cake. Fate attenzione devono essere dorati.

Note

In alternativa allo stampo da plumcake potete realizzare tutti panini.

Tuo voto:
Nome ricetta
Pane di Hokkaido
Pubblicata il
5 Basato su 2 Voto(i)
Share on Google+0Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest15

Ricette Correlate:

Pan brioches agli spinaci
Pan brioches variegato al pesto

Ricette popolari:

Commenti

  • Complimenti per la ricetta e per l’esecuzione, è uno spettacolo questo pane! Due domande: Frusta a foglia o a gancio? Burro morbido o di frigo? Guarda che ripasso eh? ahahahahah! Baci

    GD Star Rating
    loading...
  • lo farò, stanne certa, usando la mia pasta madre, in quanto ho scoperto una bella e grave intolleranza al lievito di birra ahimè!
    E’ un capolavoro, chapeau!!!!!

    GD Star Rating
    loading...

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *