Chiacchiere

...e con oggi si conclude anche il Carnevale con i suoi fritti meravigliosi! Nel blog trovate tantissime ricette dedicate a questa festa ma non avevo mai pubblicato le “chiacchiere“. Ormai  faccio da diversi anni sempre la stessa ricetta quella di Iginio Massari che insieme alle sue “Meraviglie” già pubblicate nel mio blog anni fa, sono le migliori mai fatte. Provatele! 

Ingredienti

Ricetta tratta dal libro “Non solo zucchero 2 di Iginio Massari”

500 g di farina forte W 300 – 350  

60 g di zucchero semolato

60 g di burro morbido

175 g di uova intere (3 – 4)

4 g di sale

scorza grattugiata di 1 limone

50 g di Marsala

olio di semi di arachide per friggere

Preparazione

Mettete tutti gli ingredienti in una planetaria munita di gancio ed impastate sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Coprite la pasta con della pellicola e fate riposare 1 ora a temperatura ambiente. 

Trascorso il tempo,  prendete l’ impasto e iniziate a formare le sfoglie con l’ utilizzo di una macchina per la pasta. Passate un pezzetto di impasto mettendo il rullo impostato nello spessore più ampio, poi la sfoglia ottenuta ripassatela mettendo il rullo nello spessore più sottile. (Mi raccomando devono essere molto sottili se volete ottenere delle chiacchiere bollose)

Ritagliate dei rettangoli non troppo precisi e fate un taglio al centro con la rotellina. 

Riscaldate l’olio in una casseruola profonda e capiente e portatelo a 176° C,  immergete una – due chiacchiere per volta, rigirandole su entrambi i lati e scolatele non appena saranno dorate. Prestate attenzione perchè la cottura è veloce. Adagiate le chiacchiere su della carta assorbente. Infine trasferiteli su di un piatto da portata e spolverizzateli con dello zucchero a velo.

Un consiglio in più

Potete ridurre a metà le dosi perché né escono tante.

recipe image
Nome ricetta
Chiacchiere
Pubblicata il
Votazione
51star1star1star1star1star Based on 1 Review(s)
Share on Google+0Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0

Ricette popolari:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *