Polacca di Aversa

L’anno scorso durante una gita a Caserta, sono entrata in un bar per un caffé e subito mi ha incuriosto un dolce nella vetrina della pasticceria. Naturalmente da golosa non ho saputo resistere e l’ho assaggiato.  Inutile dirvi che é stato amore al primo assaggio. Parlo della “Polacca di Aversa”. Un dolce conposto da due dischi di pasta brioche che racchiudono una crema pasticcera e delle amarene sciroppate. La polacca aversana pare sia stata “portata” ad Aversa intorno al 1920 da una suora, per l’appunto, polacca. Questa poi la diede in dono al pasticcere Nicola Mungiguerra nel 1926, lui la reinterpretò e la chiamò proprio così. Ora si può trovare in tutte le pasticcerie della zona sia in forma piu grande come quella che  ho preparato  io che come piccole polacchine. Un dolce molto semplice che son sicura fará innamorare anche voi! 

Ingredienti

Ricetta della pasta brioche di Gianfranco Iervolino tratta dal programma televisivo “Detto fatto” 

per la pasta brioche 

225 g di farina manitoba

1 uovo

54 g di acqua

40 g di burro

40 g di zucchero

16 g di latte 

4 g di lievito di birra 

scorza gratuggiata di 1 limone

1 pizzico di sale 

per la crema pasticcera

400 ml di latte 

80 g di zucchero

3 tuorli

50 g di farina 00

buccia di 1 limone

inoltre

1 tuorlo

1 cucchiaio di latte

amarene sciroppate q.b.

zucchero in granella q.b.

Preparazione 

Setacciate la farina e mescolate con il lievito fresco sbriciolato con le mani. Unite lo zucchero e mescoliate. Impastate con una planetaria con il gancio, versando l’acqua a filo, il latte e l’uovo. Quando il composto è omogeneo, aggiungete il sale e la scorza grattugiata del limone. Unite, poco per volta, il burro morbido e a tocchetti, continuando ad impastare. Ottenuto un composto omogeneo e setoso, lo mettete a lievitare, coperto, fino al raddoppio del volume.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera, mescolate i tuorli con lo zucchero sino ad ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato, aggiungete poco alla volta la farina e mescolate con una frusta per amalgamare. Prelevate la scorza del limone avendo cura di non prendere la parte bianca e ponete la scorza in un tegame in cui avete aggiunto il latte. Portate a bollore il latte, toglietelo dal fuoco e versatelo a filo sul composto mescolando in continuazione per evitare che si formino grumi; rimettete la crema sul fuoco e e cuocete sino a quando si addenserà continuando a mescolare. Quando si sarà addensata togliete la scorza del limone (se no la crema diventerà amara) e versate in una ciotola affinché si raffreddi. (Coprite la crema ancora calda con della pellicola a contatto per evitare che si formi quella fastidiosa “patina”).

Dividete  l’impasto lievitato in due parti uguali. Formate due dischi del diametro di 22 cm e dello spessore di 4-5 mm. Distribuite la crema fredda su un disco, lasciando liberi 2 cm dal bordo. Posizioniate sulla crema le amarene. Coprite con il secondo disco e sigillate bene i bordi.

Mescolate il tuorlo con il latte. Spennellate la torta con la miscela ottenuta. Spolverizzate con lo zucchero in granella. Mettete in forno spento e fatela lievitare per 30/40 minuti. Infornate a 180° C per circa 30 minuti, sino a doratura. Lascate raffreddare bene prima di tagliare il dolce.

recipe image
Nome ricetta
Polacca di Aversa
Pubblicata il
Votazione
51star1star1star1star1star Based on 1 Review(s)
Share on Google+0Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0

Ricette popolari:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *