Pollo fritto con salsina ai peperoni e paprika e patate con capperi e olive

Pollo fritto 11Ciao a tutti… ci siamo anche questo mese con una nuova sfida per Mtchallenge, vincitrice della sfida scorsa sui macaron é stata Silvia Zanetti del blog Officina golosa . La sua scelta per questo mese é caduta su un piatto molto conosciuto e che piace a quasi tutti, il “Pollo Fritto”. sfida pollo fritto

Per la sfida potevano essere fatte due tipi di impanatura una identica a quella fatta da Silvia e l’altra creativa. Delle due impanature classiche fatte per il pollo fritto ho eseguito per la prima impanatura quella fatta con la farina di Silvia, l’altra quella con l’uovo e il pangrattato l’ho modificata sostituendo il pangrattato con il tarallo tritato grossolanamente e semi di finocchio. Un’impanatura gustosa, stuzzicante e molto croccante. Il pollo, prima di essere impanato, deve essere marinato affinche rimanga morbido, poi impanato e fritto. Molto importate é la cottura, a seconda della grandezza dei fusi di pollo può variare dai 6/8 min, bisogna fare molta attenzione per non farlo rimanere crudo all’interno. Una volta fritto potete metterlo in forno a 120° per mantenerlo caldo.

Oltre al pollo la sfida prevedeva una salsina d’accompagnamento e facoltativo un contorno, un’altra salsina o una conserva salata o agrodolce. Adoro i peperoni così per il pollo ho pensato ad una salsina fatta con peperoni, porro e paprika piccante. Una salsina dal sapore rustico che si abbina a perfezione sia con la semplice impanatura di farina che con quella croccante al tarallo e semi di finocchio. Per il secondo accompagnamento ho optato per un piccolo contorno, ho subito pensato alle patate per me non c’é pollo senza patate sará banale ma io l’adoro. Le patate però mi piace prepararle lesse e condite in modo che siano stuzzicanti con olive, capperi, prezzemolo, aglio e limone che dà un tocco di freschezza. Sapori tipici del mediterraneo che combinati creano insieme un piatto goloso e molto gustoso da non stancarsi mai! Buon inizio settimana. 

Ingredienti

per la marinatura con latticello homemade

250 g latte parzialmente scremato

250 g yogurt magro

10 ml succo di limone filtrato

per panatura con farina

ingredienti per 500/700 g di pollo con ossa e pelle

1 l di oliva extravergine per friggere

100 g farina

sale e pepe

per la panatura con tarallo, semi di finocchio e uova

ingredienti per 500/700 g di pollo con ossa e pelle

1 l di oliva extravergine per friggere

3 uova grandi

100 g di farina 0

120 g taralli

1 cucchiaino colmo di semi di finocchio

sale e pepe

per la salsina ai peperoni e paprika

150 g di pomodorini maturi

150 g di peperone rosso

60 g di porro o cipollotto

paprika piccante q.b.

sale e pepe

olio extravergine di oliva

per le patate lesse con capperi e olive

4 patate medie

½ spicchio di aglio

10 olive nere

1 cucchiaino di capperi

1 cucchiaino di succo di limone

prezzemolo q.b.

sale e pepe

olio extravergine di oliva

Preparazione

per la marinatura (fig. 1-2)

In una ciotola versate lo yogurt e il latte e stemperateli, infine aggiungete il limone. Lasciate a temperatura ambiente per 15 minuti circa e poi versatelo sulla carne, coprite con la pellicola e mettete in frigo per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte. Rimuovete poi il pollo dalla marinatura, lasciatelo scolare sopra una gratella posta su un foglio di carta da forno o una teglia per mezz’ora almeno

per panatura con farina (fig. 3)

Mettete farina, sale e pepe dentro un sacchetto alimentare capiente. Prendete 3 pezzi di pollo inseriteli nel sacchetto, chiudetelo ed agitate finché tutti i pezzi non saranno ben infarinati. Scuoteteli per eliminare la farina in eccesso ed appoggiateli sul di un piatto.

Procedete panando il resto del il pollo.

A questo punto prendete una casseruola dai bordi alti versate l’olio e scaldatelo a fuoco medio fino alla temperatura di 180 °C circa. Se non avete il termometro mettete un pezzo di pane nell’olio, quando dorerà sarà il momento di immergere il pollo.

Immergete nell’olio 2/3 pezzi di pollo alla volta. Osservate l’olio: il pollo appena immerso friggerà formando molte bolle grandi e man mano che si cucinerà le bolle diminuiranno sempre più. Quando il pollo avrà una colorazione dorata ed omogenea, ci vorranno circa 6/8 minuti di cottura a seconda della grandezza del pezzo, scolatelo dall’olio ed appoggiatelo sul piatto con la carta assorbente.

Una volta asciutto, se desiderate, potete tenerlo al caldo nel forno preriscaldato a 120°C circa, infornandolo sulla placca da forno.

per la panatura con tarallo, semi di finocchio e uova (fig. 4)

Preparate un piatto fondo per appoggiare il pollo impanato, un piatto piano coperto da carta assorbente per appoggiare il pollo appena fritto e una placca da forno coperta anch’essa da carta assorbente per riporre il pollo fritto in forno e tenerlo al caldo.

Mettete le uova in una ciotola che possa contenere almeno 2/3 pezzi di carne alla volta, mescolate con una forchetta, salate e pepate.

Tritate grossolanamente i taralli aiutandovi con un mixer unite i semi di finocchio e mescolate.

Prendete tre pezzi di pollo alla volta, passateli nella farina pressando leggermente le carni e scuoteteli per eliminare la farina in eccesso. Poi immergeteli nell’uovo ed infine passateli nella panatura di taralli e semi di finocchio pressando nuovamente le carni. Appoggiate il pollo sul piatto fondo e procedete con la panatura di tutto il pollo.

A questo punto prendete una casseruola dai bordi alti versate l’olio e scaldatelo a fuoco medio fino alla temperatura di 180 °C circa. Se non avete il termometro mettete un pezzo di pane nell’olio, quando dorerà sarà il momento di immergere il pollo.

Immergete nell’olio 2/3 pezzi di pollo alla volta. Osservate l’olio: il pollo appena immerso friggerà formando molte bolle grandi e man mano che si cucinerà le bolle diminuiranno sempre più . Quando il pollo avrà una colorazione dorata ed omogenea, ci vorranno circa 6/8 minuti di cottura a seconda della grandezza del pezzo, scolatelo dall’olio ed appoggiatelo sul piatto con la carta assorbente.

Una volta asciutto, se desiderate, potete tenerlo al caldo nel forno preriscaldato a 120°C circa, infornandolo sulla placca da fornofasi del pollo

per la salsina ai peperoni e paprika

In una padella ponete l’olio extravergine di oliva, il porro tagliato a rondelle, il peperone fatto a pezzettini, i pomodorini tagliati a metà. Aggiustate di sale e pepe e fate cucinare a fuoco basso sin quando il peperone non diventerà morbido (se occorre aggiungete un cucchiaio di acqua). Con l’aiuto di un mixer ad immersione frullate il tutto sino a renderlo una crema liscia e vellutata, aggiungete la paprika piccante e se occorre un cucchiaio di olio per ottenere una crema dalla giusta consistenza. Fate raffreddare e servitela con il pollo fritto.

Nota

  • Il peso del peperone e del porro o cipollotto è da considerarsi già pulito.
  • La crema può essere preparata il giorno prima e conservata in frigorifero in un contenitore

per le patate lesse con capperi e olive

Lessate le patate, privatele della buccia, fatele raffreddare e tagliatele a fettine. In una ciotola unite l’olio extravergine di oliva, l’aglio fatto a pezzettini, i capperi, il prezzemolo sminuzzato, le olive fatte a pezzettini e il succo di limone. Aggiustate di sale e pepe e mescolate. Ponete le patate in una ciotola o piatto da portata, versate il condimento fatto in precedenza e mescolate delicatamente. Servite con il pollo fritto.Pollo fritto 2Pollo fritto 3Pollo fritto 44

Tuo voto:
Nome ricetta
Pollo fritto con salsina ai peperoni e paprika e patate con capperi e olive
Pubblicata il
5 Basato su 3 Voto(i)
Share on Google+0Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest3

Ricette Correlate:

Biscotti al cocco, limone e semi di papavero
Cheesecake ai peperoni e olive
Pizza al nero di seppia con polipo, pomodorini e scaglie di mandorla
Macaron al cioccolato bianco, zenzero e mela verde e al cioccolato fondente, zenzero e more

Ricette popolari:

Commenti

  • Un pollo bello e solare che invita ad essere assaggiato, io l’avrei sicuramente avvolto da quella tua salsina ai peperoni che non mancherò di provare
    Brava bella proposta

    GD Star Rating
    loading...
  • Ecco qua..anche io sono andata di peperoni ma è incredibile come sono diverse le nostre salsine…e comunque mi sento felice di confermare che pollo fritto e peperoni stanno troppo bene, baci

    GD Star Rating
    loading...
  • Sei riuscita a rendere bello anche il pollo fritto! E la salsina ai peperoni mi sembra perfetta per accompagnarlo 🙂

    GD Star Rating
    loading...
    • Ma grazie Alice! In effetti è difficilissimo fotografare sia secondi che primi, sono contenta che ti piaccia. Quella salsina con il pollo è davvero molto buona. Appetitosa!!

      GD Star Rating
      loading...
  • Il pollo è perfetto e gli accompagnamenti appetitosi, ma posso dirti che adoro le foto? Belle, nitide e luminose, complimenti davvero!

    GD Star Rating
    loading...
  • Bello, bello, bello.
    Bene i peperoni e bene anche la parpika, con una sferzata ancora piu’ decisa su quel gusto “forte” che si accompagna bene col pollo. Bene la panatura, dorata, compatta, che si stacca dalla carne. Direi anche bene la cottura (questo mese e’ difficile giudicare dalle foto) e bene anche aver virato su sapori piu’ sapidi, con qualche nota acida, nel condimento delle patate. L’insieme dice “mangiami” e la foto, come sempre, e’ un’emozione. Bravissima!

    GD Star Rating
    loading...
  • Ma io ai taralli non ci avrei mai pensato eppure mi piace mi piace mi piace.
    Adoro la salsina e anche le patate e poi non ti dico niente delle foto, ma tu già sai quanto mi piacciono, sempre.

    GD Star Rating
    loading...
  • Le tue foto, sinceramente, parlano da sole… I colori ti catturano al primo istante, certo la versione con la panatura di taralli deve essere qualcosa di magnifico… sarà che li adoro… sarà quel che vuoi ma stà di fatto che con le patate mi hai colpita ed affondata!!! Complimenti davvero, Marianna.

    GD Star Rating
    loading...
  • Le tue presentazioni sono sempre molto eleganti e le foto bellissime.
    La panatura del tuo pollo è perfettamente dorata, definita e il pollo mi sembra ben cotto.
    La salsa ai peperoni dev’essere deliziosa come quei semini di finocchio nella panatura che danno freschezza. Molto brava !

    GD Star Rating
    loading...
  • Incantata da tutto, a cominciare dall’uso dei semi di finocchio e dei taralli per finire nella salsa cremosa al punto giusto; e l’aggiunta delle patate così elaborate è perfetto. Magnifico davvero. :-)))

    GD Star Rating
    loading...

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *